Venezia

Sparatoria tra nordafricani al Lido di Jesolo. Un ferito ricoverato a Mestre

Grave episodio di criminalità ieri sera in una zona centrale del Lido di Jesolo.
La piazza è estremamente interessante per lo spaccio e proprio in questo ambito si può circoscrivere l’episodio avvenuto tra due nordafricani che si è materializzato in via Verdi.

La Polizia presume che tra i due ci sia stato un regolamento di conti sfociato con un uomo che ha estratto una pistola ed ha esploso due colpi, uno dei quali ha raggiunto l’avversario che è stato raggiunto alla schiena proprio perché stava fuggendo dal luogo dell’agguato.

Dopo i due colpi c’è stato un fuggi-fuggi di persone dei clienti dai locali.
Nel frattempo sono prontamente giunti sul posto le forze dell’ordine: Polizia, Carabinieri e Polizia Locale.
I due contendenti si erano già allontanati ma poi quello raggiunto dal colpo d’arma da fuoco è stato rintracciato nei pressi del Caribe Bay.
E’ stato soccorso e ricoverato all’ospedale di Mestre dove si trova piantonato e non è in pericolo di vita.

Il killer potrebbe avere le ore contate. Gli agenti stanno raccogliendo testimonianze e analizzando i filmati della videosorveglianza.

Sull’episodio il commento del neosindaco di Jesolo, Christofer De Zotti, “Quello accaduto ieri sera a Jesolo è un fatto gravissimo. La risposta delle forze dell’ordine, però, è stata immediata e ho piena fiducia nel lavoro che stanno svolgendo per fare piena luce sull’accaduto. Jesolo, è bene sottolinearlo, resta un posto sicuro in cui trascorrere le proprie vacanze, ben lontano da quel far west che qualcuno sta dipingendo in queste ore. Non esiste un allarme sicurezza.

Allo stesso tempo, è innegabile, quanto accaduto conferma la necessità di riconoscere alle città balneari uno Status speciale per gestire meglio il tema della sicurezza”.

Articoli correlati

Back to top button