Treviso

Al Cà Foncello di Treviso intervento chirurgico senza incisioni e cicatrici su paziente con tumore al colon e prolasso uterino

Una chirurgia mini-invasiva che sfrutta l’accesso naturale vaginale abbinata ad un approccio laparoscopico con tempi di ripresa più rapidi e senza lasciare cicatrici.
È il principio alla base della tecnica chirurgica innovativa chiamata (natural orifice specimen extraction surgery), che permette di eseguire interventi laparoscopici senza incisioni sull’addome.

Questo tipo di intervento chirurgico è stato eseguito per la prima volta all’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso su una paziente con un tumore del colon e un prolasso dell’utero, da un’équipe multidisciplinare, diretta dal Prof. Giacomo Zanus, e della UOC di Ginecologia, diretta dal dr. Enrico Busato.

“Si tratta di una operazione particolarmente complessa. In laparoscopia abbiamo inizialmente asportato il tumore al colon e rimosso i linfonodi del mesocolon fino all’origine dei vasi mesenterici – ha spiegato il chirurgo che ha eseguito l’intervento, dr. Giulio Santoro –.
Successivamente il collega ginecologo dr. Candiotto ha eseguito l’isterectomia, sempre in laparoscopia.

Abbiamo dunque rimosso sia l’utero che il colon dal basso attraverso la via transvaginale.
Nuovamente per via laparoscopica è stata poi realizzata la anastomosi colorettale, che ha ricostruito il transito intestinale”.

“La tecnica con l’assenza di incisioni addominali permette di arrivare quasi ad un azzeramento del dolore post operatorio e alla riduzione dei tempi di degenza – sottolinea il prof. Zanus -.
La paziente si è alzata dal letto già la sera stessa dell’intervento ed è stata dimessa in quarta giornata.
Inoltre, alla degenza ridotta, si abbina anche il vantaggio estetico di una chirurgia senza incisioni e senza cicatrici”.
“Non facendo ricorso ad incisioni – indica il Dr. Busato – si hanno non solo vantaggi estetici, ma anche notevole riduzione dei rischi di infezioni della ferita o di possibili ernie di parete.

Le pazienti possono riprendere precocemente ogni attività fisica, lavorativa e sessuale”.

Articoli correlati

Back to top button