Venezia

Dolo: a processo il falso “buon samaritano”: aveva investito un’anziana

A chiusura delle indagini preliminari sull’investimento di una oggi 87enne di Sambruson di Dolo, che è stata assistita da Studio3A, avvenuto più di quattro anni fa, il 17 ottobre 2018, il Pubblico Ministero della Procura di Venezia ha disposto la citazione diretta in giudizio per A. F., 38 anni, pure lui del posto, per il reato di lesioni personali stradali gravissime: il conducente della vettura investitrice dovrà comparire davanti al giudice monocratico lagunare l’8 giugno 2023.

L’incidente è successo su un tratto della Strada Regionale 11: l’anziana, che rincasava in bicicletta è stata investita da una Renault Scenic.

La Polizia locale dell’Unione dei Comuni “Città Riviera del Brenta”, quando era intervenuta sul posto prospettava un caso di pirateria stradale.
Quando, l’allora 83enne è stata soccorsa e trasportata in ospedale, sull’asfalto non c’erano tracce di frenata.
Nessuno tra quanti si erano fermati a prestare i primi soccorsi aveva visto cos’era accaduto.
Tra loro c’era anche l’investitore che raggiunto la sua abitazione era tornato sul luogo spacciandosi quale mero soccorritore.

Solo l’indomani mattina, A. F. si è presentato al comando svelando che il responsabile dell’investimento in realtà era proprio lui, il buon samaritano della sera prima, assumendosi le sue colpe.
La “furbata” gli ha consentito di evitare di essere sottoposto all’alcoltest.
Ma delle lesioni procurate alla oggi ottantasettenne, di quelle dovrà rispondere in pieno.

L’anziana, trasportata inizialmente all’ospedale di Dolo, poi trasferita nella Rianimazione dell’Angelo di Mestre e poi al Ca’ Foncello di Treviso, rimanendo per più di due settimane in prognosi riservata; è stata sottoposta a un delicato intervento per la frattura di diverse vertebre dorsali e cervicali, ha poi dovuto sottostare ad una dolorosa riabilitazione.
Nonostante le cure, data anche l’età, ha riportato una pesantissima invalidità tanto da essere assistita dalla figlia 24 ore su 24.

La ultra ottantenne, si è affidata a Studio3A-Valore S.p.A., che, dopo una lunga battaglia con la compagnia di assicurazione, ha quanto meno ottenuto per la propria assistita un importante e notevole risarcimento per tutti i danni. Ora si aspetta una condanna del suo investitore e una risposta anche in sede penale.

Articoli correlati

Back to top button