Prendi notaVenezia

Evento Cardiaco Acuto: riattivato il percorso cardio-riabilitativo all’ospedale di Jesolo

Era stato inaugurato nel 2019 ma la pandemia da covid ne aveva poi impedito l’uso.
Con l’attivazione di tutte le attività ordinarie all’ospedale di Jesolo ora il percorso cardio-riabilitativo di Jesolo, posto nel parco del presidio ospedaliero, praticamente fronte mare, ha ripreso la piena funzionalità.

Il percorso si compone di un circuito articolato in 3 anelli, con pendenza e difficoltà differenti, della lunghezza massima di 285 metri.
Proprio per la sua finalità è completamente telemetrato e provvisto di una postazione con centrale di monitoraggio elettrocardiografico dove il personale medico e infermieristico monitora costantemente i pazienti durante il tragitto.
Per chi è stato colpito da un evento cardiaco acuto questa novità rappresenta un passaggio fondamentale nel percorso di recupero e di correzione dei fattori di rischio per il riottenimento di una buona qualità di vita.

“La sopravvivenza intraospedaliera dopo un evento cardiaco acuto è notevolmente migliorata grazie al progresso delle tecniche interventistiche e delle terapie farmacologiche eseguite nell’’unità di Cardiologia-UTIC come la nostra – spiega la responsabile della cardiologia riabilitativa all’ospedale di Jesolo, la dottoressa Grazia Pizzolato, – .
Rimane però ancora elevato il rischio di mortalità e di recidive di malattia nel periodo successivo alla dimissione, pertanto è necessario che questi pazienti abbiano garantito un percorso di cure adeguato.

L’attività cardio-riabilitativa viene svolta nell’ala ovest del presidio ospedaliero di Jesolo con un approccio multidisciplinare, il quale si avvale di cardiologo, dietista, psicologo e tossicologo del Ser.D. per la lotta al tabagismo, di uno psicologo in convenzione con l’Associazione Amici del Cuore.

Questa attività si avvale inoltre di strutture ed apparecchiature elettromedicali come palestra, ambulatori per ergometria, ecocardiografia e per l’attività ambulatoriale ordinaria con possibilità di elettrocardiogrammi, visite, ecocardiografie, ECG Holter, monitoraggio pressorio delle 24 ore, un ambulatorio per la cura dello scompenso cardiaco cronico ed un percorso cardio-riabilitativo esterno, a pochi passi dalla spiaggia, che poche altre strutture in Italia possono vantare.

Articoli correlati

Back to top button