Treviso

La morte in A28 di Sara e Jessica/Pr l’imprenditore bulgaro chiesto il rito immediato

Giudizio immediato. Questa la richiesta avanzata dal Pm della Procura pordenonese Federico Facchin nei confronti del 61enne Dimitri Traijkov, l’imprenditore bulgaro che il 30 gennaio scorso provocò l’incidente autostradale in cui trovarono la morte le cugine Sara Rizzotto e Jessica Fragasso.
La risposta del Gip arriverà entro i 5 giorni concessi per una decisione.


Come si ricorderà, il 61enne risultò alla guida alterato dall’alcol.
Nel tragico scontro rimasero ferite anche le due figlie piccole della 26enne Sara.
Per Traijkov, che finora non ha voluto rendere la sua versione dei fatti e rispondere al magistrato, l’accusa, pesantissima, è di omicidio stradale pluriaggravato.
Rischia una condanna che parte da 5 anni di carcere.

Articoli correlati

Back to top button