Veneto

Ordigno della Seconda Guerra Mondiale, in attesa di disinnesco, esplode nel cantiere della Tav

Un’ampia colonna di fumo proveniente da un cantiere della TAV ad Altavilla Vicentina ha fatto scattare, ieri in tarda serata, l’allarme incendio e sul posto sono giunti i vigili del fuoco.

I pompieri hanno subito appurato che la colonna di fumo era inodore e proveniente dal terreno di una zona doppiamente recintata. Il terreno era stato perimetrato perché durante i lavori era stata rinvenuta una bomba al fosforo della seconda guerra mondiale che doveva essere bonificata dagli artificieri e che invece è esplosa anzi tempo.
I vigili del fuoco hanno provveduto a creare un prima zona di sicurezza, con la chiusura di strada del Melaro da parte dei carabinieri.
Zona di sicurezza che si è man mano allargata, quando si è accertato che si trattava di sostanze esplodenti, fino alla chiusura della circolazione della linea ferroviaria, Milano Venezia.

La prefettura ha interpellato gli artificieri dell’VIII° reggimento di Legnago, che hanno dato ulteriori indicazioni di sicurezza e a mezzanotte le squadre degli artificieri sono giunte sul posto e hanno inertizzato l’ordigno.
Le operazioni sono terminate dopo alle 1:30 circa.

Articoli correlati

Back to top button