Veneto

Soccorsi in montagna: giornata con protagonisti gli over 60

Questa mattina verso le 9 un alpinista che stava scalando una via sulla Cima Piccola di Lavaredo è volato e ha sbattuto la testa.
Il 63enne di Vigo di Fassa (TN) si è calato con il compagno alla base della parete, dove gli ha prestato primo aiuto la squadra del Soccorso alpino della Guardia di finanza di Cortina di turno in Tre Cime, che lo ha raggiunto a piedi, per poi portarlo alla jeep e da lì al rendez vous con l’ambulanza.
L’uomo è stato trasportato all’ospedale di Cortina, per essere poi trasferito in quello di Treviso con l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore.

L’eliambulanza è stata inviata in Civetta sul Van delle Sasse, in comune di Taibon Agordino, per una escursionista di 63 anni di Genova che, percorrendo in comitiva il sentiero numero 558, era scivolata riportando un sospetto trauma al ginocchio.
La donna è stata accompagnata all’ospedale di Agordo.

Una squadra del Soccorso alpino di Livinallongo è intervenuta a Porta Vescovo per un uomo che si era sentito poco bene.
Una volta dal 64enne di Longarone, i soccorritori ne hanno verificato le condizioni per poi scendere con lui in funivia fino ad Arabba, da dove l’escursionista si è allontanato autonomamente.

Verso le 15 il Soccorso alpino della Val Comelico assieme al Soccorso alpino della Guardia di finanza di Auronzo si è portato sul sentiero 154 del Monte Zovo, a San Pietro di Cadore (BL), per un 74enne di Treviso con una possibile frattura al femore.
L’uomo, che si trovava con la moglie che ha dato l’allarme, è stato poi recuperato con un verricello dall’elicottero di Dolomiti Emergency e accompagnato all’ospedale di Belluno.

Articoli correlati

Back to top button