Spettacoli

Altolivenzafestival propone la celeberrima “Histoire du soldat” di Igor Stravinskij a Cordenons

La rassegna “Altolivenzafestival” arriva Domenica 26 Novembre al Centro Culturale Aldo Moro di Cordenons e lo fa mantenendosi fedele alla tematica scelta per questa edizione ovvero l’indagine sulla follia. E cosa c’è di più folle della guerra? E’ parso in questo senso utilissimo recuperare un classico come “Histoire du soldat” componimento del russo Igor Stravinskij che nel nel 1918, accerchiato dalla guerra, espropriato dalla Rivoluzione Russa, esule in Svizzera e senza soldi, assieme allo scrittore Charles-Ferdinand Ramuz, inventava uno spettacolo povero, da baraccone, su una favola di Afanasiev.

Una storia, che a distanza di oltre un secolo è ancora di stretta attualità e che, per questa ragione è servita anche a coinvolgere in maniera attiva tramite il PCTO gli studenti del Liceo Artistico “Galvani” di Cordenons e, in particolare, gli allievi della 5^C dell’Indirizzo Arti Figurative che, seguiti da insegnanti e membri dell’Associazione Altoliventina, hanno realizzato per lo spettacolo una bellissima scenografia animata.

La compagine che andrà in scena, diretta da Petar Matosevic è di primo livello e comprende Valentina Pacini al violino, Chia Ahmed al contrabbasso, Andrea Corazza al clarinetto, Alessandro Bressan al fagotto, Giacomo Vendrame alla tromba, Erik Zerjal al trombone e Marco Viel alle percussioni oltre alla voce narrante di Martina Spessot.
Il biglietto unico (costo 5,00€) è disponibile sul circuito VivaTicket

Articoli correlati

Back to top button