Pordenone

Assessore Bini giovedì a Roma al Tavolo Interministeriale su caso Electrolux

“Il monitoraggio e l’interessamento della Regione sulla situazione del Gruppo Electrolux, in particolare dello stabilimento produttivo di Porcia, sono stati continui e costanti dal maggio dello scorso anno attraverso una serie di incontri e di confronti, sia con il vertice aziendale della multinazionale, sia con le organizzazioni sindacali.
Questa intensa attività, condotta di concerto dalla Presidenza, dalla direzione Attività produttive e dalla direzione Lavoro, ha anche portato alla convocazione da parte del Governo del tavolo nazionale sul comparto dell’elettrodomestico, previsto per dopodomani, giovedì 22 febbraio.
In quell’occasione sarò presente proprio per fare in modo che gli strumenti nazionali e regionali procedano attraverso una comune strategia”.

Lo ha detto questa mattina l’assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, in Consiglio regionale rispondendo a un’interrogazione sulla vicenda legata alla riorganizzazione prevista dalla multinazionale svedese Electrolux.

“È opportuno ricordare – ha proseguito Bini – che la vertenza Electrolux ha una valenza sovranazionale, con dinamiche sulle quali la Regione può incidere in maniera solo limitata.
Nonostante ciò, ritengo comunque scorretto continuare a insinuare che la Regione si sia mossa in ritardo o in maniera poco efficace”.

L’assessore ha ricordato come – a fronte del calo dei volumi produttivi e delle vendite della multinazionale – già nel maggio 2023 vi sia stato un incontro con i vertici societari per escludere eventuali cessioni e ribadire l’attenzione per le criticità momentanee del mercato. Le interlocuzioni sono poi proseguite, come ha rimarcato l’esponente della giunta Fedriga: “Tra la metà di dicembre 2023 e la fine dello scorso mese di gennaio ci sono stati ben tre incontri, sia con i vertici aziendali, che hanno confermato i 39 milioni di investimento sul sito di Porcia, sia con le organizzazioni sindacali, le istituzioni del territorio e il ministro dei Rapporti con il Parlamento Luca Ciriani. In aggiunta al tavolo ministeriale dell’elettrodomestico previsto per il 22 febbraio, la Regione, con lettera formale del presidente Massimiliano Fedriga al ministro Urso, ha anche chiesto al Governo l’attivazione di un parallelo tavolo dedicato esclusivamente alla vertenza Electrolux. Tutto questo – ha evidenziato Bini – per ricordare quanto è stato fatto, credo tempestivamente, dalla Regione negli ultimi mesi”.

“Il tavolo nazionale di giovedì sul comparto dell’elettrodomestico – ha aggiunto l’esponente della Giunta regionale – sarà l’occasione per discutere il piano industriale dell’impresa e per condividere strategie e strumenti comuni ad ampio raggio. Il tema centrale, infatti, è quello del riavvicinamento delle catene produttive, per evitare che le produzioni italiane ed europee siano totalmente dipendenti dai componenti in arrivo da Paesi terzi, in particolare dall’Estremo Oriente. Altrimenti rischiamo, a distanza di pochi anni, di ritrovarci nelle medesime condizioni”.

Articoli correlati

Back to top button