Friuli Venezia Giulia

Due donne soccorse nella montagna pordenonese e due giovani nelle Alpi Carniche

Claut: Tra le 12.40 e le 14.15 la stazione Valcellina è intervenuta a quota 1100 sulle Creste di San Gualberto, percorso molto frequentato dopo i lavori di sistemazione effettuati dai forestali, per soccorrere una donna del 1967 di Udine che si è procurata una forte distorsione alla caviglia.
La donna è stata imbarcata sull’elisoccorso e consegnata a valle all’ambulanza.

Andreis: Tra le 14 e le 15.30 la stazione di Maniago è intervenuta ad Andreis per soccorrere una donna che si è procurata una frattura ad un arto inferiore presso la grotta del Landro del Fara.
La signora, una cividalese del 1956, si era recata con il marito sul Monte Fara e nel ridiscendere è caduta.
Due soccorritori si sono portati lungo una pista forestale con il furgone in quota e poi hanno caricato la ferita sulla barella.
Portata a valle, è stata caricata sull’ambulanza che scendeva dal primo intervento di Claut e che ha imbarcato anche lei.

Tra le 14 e le 16.30 la stazione di Moggio Udinese è intervenuta assieme alla Guardia di Finanza per soccorrere due giovani escursionisti di 25 e 28 anni di Udine i quali hanno chiesto aiuto dopo essersi trovati in difficoltà percorrendo il sentiero Cengle Dal Bec che dal Bivacco Feruglio risale i canali meridionali della Creta Grauzaria, nelle Alpi Carniche.
A trovarsi in difficoltà era una giovane di 25 anni, che non riusciva più a proseguire tra i salti di roccia.
Quattro soccorritori sono stati sbarcati nei pressi del Bivacco da lì hanno raggiunto i due escursionisti, li hanno assicurati con la corsa e scortati sino all’auto.

Articoli correlati

Back to top button