Prendi notaTrevisoVideo

Zaia a Roma per sostenere candidatura di Treviso a capitale italiana della Cultura 2026/video

“Con questa candidatura presentiamo una città, Treviso, che è già una città che vive di cultura: conta 11 musei, 10 biblioteche, 5 teatri, 60 grandi eventi tra cui 5 premi letterari. Non a caso è definita ‘la piccola Atene’. A ciò si aggiunge l’attenzione che questo dossier riserva ai giovani e i vantaggi che questa città ha per fruibilità e accessibilità, potendo fare affidamento su un aeroporto e su una stazione ferroviaria a pochi passi dal centro urbano. E soprattutto siamo qui oggi per presentare una candidatura che racchiude affidabilità progettuale, certezza di investimenti e certezza sul futuro.
Per questo chiedo alla commissione di valutarci appieno.
Non è un momento storico nel quale ci si possa affidare a candidature effimere.”

È l’appello lanciato dal presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, da Roma, a chiusura dell’audizione della delegazione veneta convocata per la presentazione del dossier di candidatura di Treviso a Capitale italiana della Cultura 2026, un titolo conteso con le altre nove città finaliste.

“La Regione del Veneto crede con forza a questa candidatura – interviene l’assessore regionale alla Cultura, Cristiano Corazzari-. Pensiamo che Treviso sia la candidata veneta che meglio rappresenta la ricchezza paesaggistica, storica, culturale, del nostro territorio, ed è porta delle Dolomiti, cornice delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026”.

Articoli correlati

Back to top button