Veneto

Due escursionisti australiani soccorsi sul Monte Peralba

Tra le 10 e le 14 circa la stazione di Sappada del Soccorso Alpino, attivata dalla centrale di Pieve di Cadore, è intervenuta con cinque tecnici sul Monte Peralba per accorrere in aiuto di due giovani escursionisti di nazionalità australiana.

I due camminatori, entrambi del 1994, erano saliti al mattino sul Monte Peralba lungo il versante Ovest, impegnativo per ripidezza ed esposizione, e poi stavano ridiscendendo per lo stesso versante quando, in due punti differenti, a distanza di un’ottantina di metri l’uno dall’altro, si sono bloccati intorno a quota 2300 metri.
Uno dei due nei pressi di un nevaio, il secondo dopo averlo superato, in un punto esposto, entrambi bloccati dalla paura.
I due avevano telefonato ad un amico di Campolongo e questi ha allertato i soccorsi.

I soccorritori si sono portati sotto le pareti Ovest e in circa mezz’ora sono risaliti i 500 metri di dislivello e li hanno raggiunti, imbragandoli, prestando loro degli abiti asciutti e li hanno calati di peso nei tratti più ripidi fino alla strada.

I due escursionisti si sono ripetutamente scusati per l’inconveniente e han riferito di essersi informati sulla via di salita credendola una via normale.
Di fatto è così, ma la discesa è più difficile della salita proprio per l’effetto della forte esposizione in alcuni tratti.

Articoli correlati

Back to top button