Venezia

Fusina/non ha contaminato l’area ma i terreni sono suoi: multa di 1 milione e 752 mila euro

Il Nucleo Carabinieri Forestale di Mestre ha elevato una sanzione amministrativa di 1.752.000,00 euro a carico dell’Amministratore Unico Renato Pagnan in qualità di trasgressore e della Società stessa, Ati srl di Padova, in qualità di obbligata in solido.

Dagli accertamenti è risultato che l’Amministratore, nonostante fosse venuto a conoscenza, anni orsono (15 anni), del diffuso stato di contaminazione in cui versavano i terreni allora acquistati in zona Fusina , Comune di Mira, situati in aree ad uso agricolo destinate principalmente a colture di tipo seminativo, non ha mai effettuato la bonifica.
Le analisi hanno evidenziato una forte contaminazione da Zinco, Arsenico, Cadmio, Piombo, Stagno, Mercurio, Cobalto e Rame, la cui presenza supera i valori limite.
Nelle acque prelevate sul fondo della laguna la concentrazione di inquinanti è risultata tre volte il limite di legge.

Al proprietario nonché gestore dell’area, benché non gli si possa attribuire la responsabilità sulla contaminazione, non ha provveduto a comunicare a Regione Veneto, Citta Metropolitana e Comune di Mira la volontà di bonificare l’area.
La sanzione milionaria ha raggiunto un valore esponenziale a causa della normativa che prevede il calcolo per ogni giorno di ritardo dall’avvenuta conoscenza della contaminazione.

Articoli correlati

Back to top button