Pordenone

Gdf scopre 11 lavoratori in nero nei 4 eventi a Pordenone e provincia nel fine settimana

Fine settimana denso di controlli per le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Pordenone: tra i banchi di 4 manifestazioni locali, i Finanzieri hanno scoperto 11 lavoratori “in nero” e verbalizzato 30 mancate certificazioni di corrispettivi.

I 4 eventi – la “Festa di Primavera”, organizzata a Fontanafredda e a Prata di Pordenone; la sagra “Viva la Puglia”, allestita a Pordenone e il festival “Tempo al Tempo”, svoltosi a San Vito al Tagliamento – dedicati alla floricoltura, all’orticoltura e all’enogastronomia, hanno richiamato migliaia di visitatori da tutta la regione e oltre.

Per riscontrare il corretto adempimento degli obblighi fiscali da parte dei tanti commercianti presenti e per contrastare il lavoro sommerso, il Comando Provinciale di Pordenone ha organizzato un controllo, impiegando Militari del Gruppo di Pordenone e delle Tenenze di San Vito al Tagliamento e Spilimbergo.

Nel corso delle 4 manifestazioni, i Finanzieri hanno scoperto 11 lavoratori “in nero” e riscontrato 30 violazioni all’obbligo di certificazione dei corrispettivi.
Per un’azienda è stata proposta, al competente Ispettorato Territoriale del Lavoro, la sospensione dell’attività per aver impiegato personale in nero.

Dall’inizio dell’anno le Fiamme Gialle hanno scoperto 120 lavoratori “in nero” e 2 irregolari, sanzionando 54 datori di lavoro, per 35 dei quali è stata proposta la sospensione dell’attività.

Articoli correlati

Back to top button