Veneto

Ancora pioggia la prossima settimana in Veneto

Ancora tanta pioggia settimana prossima in Veneto, certo non come nei giorni scorsi però coi terreni completamente saturi bisognerà fare comunque attenzione.

In alcune zone si è già raggiunto il valore pluviometrico cumulato annuale ma mancano ancora piu’ di 7 mesi alla fine del 2024.
Questo rende l’idea sulla quantità d’acqua caduta da inizio anno.

Nel frattempo il Governatore Zaia ha dichiarato lo Stato di emergenza, invitando i cittadini, che sono stati colpiti dagli eventi, a recuperare foto e materiali per attestare i danni.
La raccolta documentale sarà indispensabile al fine della richiesta di risarcimento.

Il Presidente, durante la conferenza stampa presso la sede della Protezione Civile, ha sottolineato come le opere infrastrutturali dai bacini di laminazione e i 2.500 cantieri per difesa idrogeologica, hanno permesso di evitare il peggio. La situazione è stata davvero critica in gran parte della regione. L’opera di difesa ha funzionato alla perfezione e ha elencato i bacini attivati: Montebello (riempito al 50% dell’invaso, comandato), Colombaretta (100%, innesco naturale a sfioro), Caldogno (50%, comandato), Orolo (100%, innesco naturale a sfioro), Trissino (40%, innesco naturale), Viale Diaz (40% invaso, innesco naturale), Muson dei Sassi (80%).

L’Assessore regionale alla Protezione Civile, Bottacin ha aggiunto, “Siamo di fronte ad un fenomeno eccezionale. Ad esempio, ieri sera ad Asolo si sono registrati 42 mm di pioggia in mezz’ora e a Castelfranco in meno di un’ora e mezza 80 mm”.

Articoli correlati

Back to top button