Veneto

Fronte freddo di matrice artica in arrivo: rischio grandinate nel pomeriggio su pianura veneta centro orientale e friulana

Stiamo per passare da condizioni atmosferiche semi-estive a condizioni semi-invernali nel giro di poche ore.
Primo calo atteso nella giornata di mercoledì poi tra giovedì e sabato avremo il picco d’intensità del freddo con temperature minime che saranno comprese quasi ovunque tra i 3 ed i 7 °C, in pianura, a seconda delle zone. Nelle valli interne e sulle zone montane e sulle Prealpi i valori minimi toccheranno i 0 °C e non si escludono possibili valori negativi.

Un primo veloce fronte freddo di matrice artica attraverserà il Nord est nelle primissime ore del pomeriggio di quest’oggi, martedì 16 aprile, in rapido moto dalle Alpi verso le coste Adriatiche.
Le temperature estive dei giorni scorsi, unite all’ingresso di aria molto fredda in quota, favorirà la formazione di temporali sulle regioni nord orientali.

Il pacchetto di aria fredda che accompagnerà il fronte favorirà grandinate con chicchi fino a 2-3cm di diametro, ad essere interessate saranno la pianura veneta centro orientale e quella friulana.
Nel livello 2 (vedi mappa in foto) i temporali saranno semplicemente più probabili che nel livello 1.
Significativo il rinforzo dei venti da nord-est su pianura e costa fino a forti specie nel pomeriggio lungo la costa e la pianura limitrofa.
L’impulso perturbato porterà delle nevicate abbondanti soprattutto nel Tarvisiano. Qui nelle valli più interne la quota neve potrà scendere fino a 600 metri.

Un secondo impulso di aria fredda è atteso per giovedì ma in questa occasione interesserà maggiormente l’area piomonetese.

Almeno fino a domenica 21 aprile le temperature resteranno sotto la media del periodo.

Articoli correlati

Back to top button