CuriositàVeneto

Qualità della vita/Indagine del Sole24Ore: in testa Udine, vediamo tutte le altre città di Fvg e Veneto

La fotografia dell’Italia che emerge dalla 34ª indagine sulla Qualità della vita commissionata dal ilSole24Ore, rileva alcuni input economici incoraggianti che, tuttavia, non vengono processati in modo altrettanto positivo, con famiglie e aziende schiacciate dal peso dei prezzi alti e della situazione geopolitica globale che rappresenta un’incognita di rilievo.

A livello nazionale il Pil pro capite crescerà in media del 5,8% sull’anno scorso, con picchi del +6,9% in provincia di Belluno.

Un altro indicatore positivo che registra un incremento tendenziale a livello nazionale è il tasso di occupazione: +2% il confronto tra ottobre 2022 e stesso mese del 2023.

Poca fiducia nel futuro
calano i nuovi nati (-1,4% su base nazionale tra gennaio e giugno sul 1° semestre 2022); diminuiscono le start up innovative (-6% nel periodo gennaio-settembre), e le iscrizioni al Registro Imprese -25,1%.

Meno medici e più reati
I medici di medicina generale, sono in calo del 6%.
Aumentano i reati (+4,4% nel primo semestre 2023 sul 2022).

Crescono gli investimenti, complice il superbonus, +124,5% nel 2021 sul 2020.

La 34ª indagine del Sole 24 Ore vede la prima volta di Udine in testa alla classifica generale, seguita da Bologna e da Trento.
Udine ottiene il primo posto nell’indice sintetico della Qualità della vita delle donne e l’ottavo posto in quello che misura la Qualità della vita dei bambini; detiene il record di palestre, piscine e centri per il benessere fisico; si distingue (4° posto) nella categoria «Giustizia e sicurezza» per la limitata frequenza di incendi, delitti informatici e furti di autovetture; eccelle anche per la bassa incidenza di famiglie con Isee sotto i 7mila euro e di imprese in fallimento.

Le altre città del Friuli Venezia Giulia:
Trieste scivola di cinque posizioni al 12° posto. Al 2° posto per Affari e lavoro e al 1° per Cultura e tempo libero. L’indice peggiore 1° in classifica: Lesioni dolose
Pordenone si piazza al 14esimo con la miglior performance di crescita (+12). Bene in Ricchezza e Sicurezza, Affari e Lavoro, Giustizia e Sicurezza e Ambiente e Servizi; L’indice peggiore 10° in classifica: Omicidi colposi
Anche Gorizia, che troviamo al 28°, perde 9 posizioni rispetto al 2022. Si distingue in Cultura e tempo libero. L’indice peggiore 2° in classifica: Estorsioni

Il Veneto:
la migliore è Verona che scala 6 posti rispetto alla rilevazione precedente e si colloca al 10° posto.
Eccelle in: Ricchezza e consumi, Demografia e società, Cultura e tempo libero. L’indice peggiore 12° in classifica: Furti su auto in sosta.

Padova 19° (+10).
Ricchezza e Sicurezza, Affari e Lavoro e Giustizia e Sicurezza; L’indice peggiore 2° in classifica: Spaccio
Treviso 20° (+1).
Giustizia e Sicurezza, Ricchezza e Sicurezza, Affari e Lavoro e Ambiente e Servizi; L’indice peggiore 5° in classifica: Riciclaggio e impiego di denaro
Vicenza 22° (+16).
Giustizia e sicurezza, Demografia e società; L’indice peggiore 17° in classifica: Sfruttamento della prostituzione e pornografia minorile
Venezia 32° (-12).
Cultura e tempo libero, Ambiente e Servizi e Affari e lavoro; L’indice peggiore 2° in classifica: Furto con destrezza
Belluno 44° (-9 posti).
Ricchezza e Consumi e Giustizia e Sicurezza; L’indice peggiore 2° in classifica: Truffe e frodi informatiche
Rovigo 68° (+9).
Si salva in Giustizia e sicurezza. L’indice peggiore 2° in classifica: Omicidio colposo da incidente stradale

Articoli correlati

Back to top button